CHE SALONE!

Chi si trovi a Roma questo weekend e decida che non è il caso di affrontare il terribile traffico del "Ponte dei Morti", ha una opportunità culturale in più. Dal 31 ottobre al 3 novembre si svolge infatti, in una struttura della Provincia di Roma dentro ai nuovi mercati di Testaccio, accanto all'ex-Mattatoio, insomma "ner core de Roma" (anzi di quella Roma romanista attualmente piuttosto in auge), la quinta edizione del Salone dell'editoria sociale.
Non vi dico molto altro: qui c'è il sito dell'organizzazione, qui il programma in pdf e qui il catalogo interattivo, vi aggiungo soltanto:
  • che l'iniziativa l'ho saputa grazie a Sbilanciamoci.info, uno dei siti cui faccio riferimento più spesso in questo periodo, tanto che ora lo aggiungo pure in colonna sinistra, e che in questa crisi eurogenica occorre tenere d'occhio come ogni altra fonte di una narrazione "altra" rispetto a quella monocorde monetarista che ci propina il mainstream su commissione di quelli che stanno affossando il Paese;
  • che nell'ambito del Salone la sera di sabato 2 novembre dalle nove alle undici c'è la presentazione con estratti del film Indebito, protagonista Vinicio Capossela e il suo soggiorno in Grecia per capire la Crisi da "dentro", da cui quel geniaccio ha già tratto un libro che proprio in questi giorni sto leggendo con entusiasmo: Tefteri - Il libro dei conti in sospeso.
Seguo Capossela da quando, misconosciuto, per suonare girava l'Italia con una Volvo 244 in cui sembrava anche dormisse. E' uno sincero, uno che vede le cose. Andiamo a scoprire il suo reportage da un posto che è assieme il nostro passato e il nostro futuro...

Nessun commento:

LA VITA COMINCIA...

Come fare quando vuoi mandare un pensiero pubblico a qualcuno che non ama i social , non è nemmeno su facebook , e forse nemmeno più segue ...