Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

MOVIMENTO LENTO?

Immagine
Il flop alle amministrative del MoVimento 5 Stelle era tanto atteso e auspicato da tutto il mainstream (e anche da molti neoadepti delusi) che la sua eco sta dominando la scena. Qualunque conclusione se ne voglia trarre, però, rischia di essere affrettata, perché il quadro politico è in drammatico movimento e non è possibile estrapolarne tendenze anche solo di medio termine. Occorre pertanto partire da quelle poche certezze che sembrano dimostrate:
il risultato davvero imprevisto nelle sue dimensioni è stato quello del M5S alle politiche, senza quello per la performance alle amministrative oggi staremmo tutti a parlare di successo - e tuttavia non è certo il caso di mettersi a cavillare sulla diversità degli appuntamenti elettorali come farebbe un PSDI d'annata;i dati sull'astensione (impressionanti a Roma) dicono che c'è ormai oltre la metà dell'elettorato che o vota per Grillo o non vota, platee sterminate di persone che a ragione o a torto sono convinte della sostan…

NON MI SOMIGLIA PE NIENTE

Immagine
Su Cadoinpiedi oggi c'é Oliviero Beha che chiede agli elettori di Berlusconi, dati addirittura in crescita da sondaggi forse compiacenti, come fanno ancora a votarlo malgrado tutto. Credo che sia una domanda retorica, perché Beha è troppo intelligente per non sapere la risposta: chi vota Berlusconi non lo fa nonostante sia quello che è (intrallazzista, contiguo alla mafia, bugiardo, puttaniere, evasore, eccetera), ma proprio perché è quello che è. Come dimostrano i testi sacri, infatti, gli uomini si creano il proprio dio/padre a immagine e somiglianza di se stessi, o almeno di quello che vorrebbero essere. Chi si affanna a dimostrare logicamente o comprovare empiricamente le colpe del cavaliere, dunque, deve sapere che la sua fatica è al minimo inutile, perché i suoi argomenti possono essere recepiti solo da persone che decidono sulla base di un'analisi razionale quindi già probabilmente non (o non più) berlusconiane, e magari controproducente, perché alle orecchie di quelli…

SINI(STRADE)STRA

Immagine
Quando Grillo dice che il suo moVimento ha salvato (per ora) la democrazia, sottintende che molti dei quasi nove milioni di elettori che lo hanno votato o non votavano più da tempo o avevano deciso di non farlo stavolta, disgustati dalla quasi identicità delle proposte politiche degli altri schieramenti in campo, tolte differenze "di colore". Questo allontanamento dei cittadini dalla politica, cioè etimologicamente dalla partecipazione alla gestione della loro città, ha molte cause: innanzitutto un disegno preciso (tra l'altro scritto tra le carte della loggia P2, come attuabile previa controllo dei mass-media!) teso a neutralizzare nell'arco di qualche decennio i pericoli derivanti ai potenti dalla pretesa partecipazione politica di massa imperante negli anni 70, poi l'effettivo comportamento "da casta" della classe politica, infine appunto la sempre minore distinguibilità dei programmi, specie dopo l'adesione bipartisan al credo neocapitalista mon…

CUORE VIOLA

Immagine
Per chi segue la Viola basket è un'occasione da non perdere: è nato il Comitato Cuore Viola, che ha tra l'altro lo scopo di raccogliere contributi grandi e piccoli con l'obiettivo di sostenere in vario modo la storica società di pallacanestro reggina, appena tornata in una categoria "dove giocano gli americani", come si diceva una volta, dopo tre anni di inferno e tre di purgatorio. Comunque si voglia aderire, dai 10 euro dell'iscrizione al Comitato ai 2000 della minisponsorizzazione della squadra con tanto di cartellone al palasport, l'iniziativa vuole costituire una specie di abbraccio collettivo a uno dei suoi pochi simboli positivi, una boa che già in passato costituì l'unico appiglio identitario di una città prossima ad affondare, in una situazione che l'attuale mare in tempesta ricorda parecchio.
Iscrivermi era il minimo, non posso che usare il mio modesto blog per invitare amici e simpatizzanti a fare altrettanto. La Viola è tornata, e ha …

DIVERSAMENTE IMMOBILI

Immagine
A dispetto di quanto dichiarato nel titolo, vi devo chiedere un ruolo attivo: andatevi a leggere, se possibile prima di affrontare questo post sennò anche dopo a mo' di approfondimento, questo mio vecchio post autoreferenziale (vi si parla della mia tesi di laurea, pensumpò) sulla riproduzione sociale. Si tratta di quel fenomeno per cui ogni struttura sociale tende in un suo proprio grado a mettere in atto dei meccanismi per riprodurre se stessa nel tempo, e quel grado può volendo essere assunto come un parametro di valutazione della evoluzione di quella società, in un continuum che va da quelle più rigidamente tendenti a restare immutate a quelle più disposte a mettersi in discussione ed evolvere.
Prima che assumesse nel senso comune il significato nefasto di "calamità che si abbatte nella vita lavorativa", la parola "mobilità" aveva infatti un'accezione ben diversa, di "possibilità teorica e/o pratica di spostarsi orizzontalmente o verticalmente nel…

IUS SÒLA

Immagine
Vivo a Roma da troppo tempo per capire se il titolo di questo post necessiti di traduzione per i non capitolini o meno, ma, siccome credo che il termine (con la O aperta, mi raccomando) sia ormai passato all'uso comune nazionale come, che so, fregnaccia o mortacci, piuttosto che spiegarlo lascerò che i pochi che non l'hanno mai sentito lo capiscano man mano.
Dunque, c'è un partito che costruisce la sua campagna elettorale attaccando il partito del suo maggiore avversario (fa così da sempre, è nato apposta), e finisce per farci il governo assieme, il secondo consecutivo, avendo il presumibile problema di come far digerire la mappazzaai suoi restanti elettori (ne ha già persi un terzo da novembre a febbraio, chissà quanti se si votasse oggi). Una delle cose che si inventa è mettere al governo due ministre femmine di origine straniera, una popolarissima campionessa tedesca allo sport e una nera africana all'integrazione: nel marketing premia sparare a pallini nel mucchio…

FANTA

Immagine
Il blog di Leonardo è da un po' di tempo in colonna sinistra, tra i siti che Controinformoperdiletto abitualmente consulta per svolgere il proprio "servizio", e però da qualche mese non è citato nei miei post, perché purtroppo il suo autore è tra quei piddini vittime della sindrome "grillo-brutto-e-cattivo-non-ha-voluto-governare-con-noi", sindrome che il caso Rodotà avrebbe dovuto guarire in tutti ma evidentemente nei casi più gravi non è successo. Per fortuna non scrive solo di politica, ma spesso ad esempio di cinema, quindi posso citare questo post come la spinta decisiva per andare a vedere Oblivion: prima mi attraeva il plot, mi respingeva l'incapacità attoriale di Tom Cruise, capace di resistere persino alla mano di Kubrick, ammesso che sia stato davvero lui a dirigere Eyes wide shut (io non ci credo), letto Leonardo l'ago della bilancia è passato sul "si".
Il film è una classica distopia fantascientifica, molto ma molto ben recitata (…

ROTTAMA UN PARTITO!

Immagine
Enrico Letta, non appena ottenuta la scontata fiducia alle camere, è subito partito per un tour europeo, tanto per chiarire a quali padroni obbedisce. Avvertenza: chi crede ancora alle storielle che raccontano i telegiornali, e magari voterebbe ancora PD si votasse domani, ha sbagliato blog, e a meno che non voglia seriamente mettere in discussione se stesso e quello che crede di sapere può anche smettere qui.
Dicevo, Enrico Letta prima rassicura la Merkel, poi chiede consigli a Hollande su come raccontare meglio le frottole, infine recita in ginocchio a Barroso il Credo monetarista: occorre coniugare crescita e rigore, amen. Al ritorno, presenta una sfilza di sottosegretari se possibile più imbarazzante di quella dei ministri, un saggio di utilizzo del manuale Cencelli con perle come la Biancofiore, Miccichè e l'ineffabile De Luca manco a dirlo alle infrastrutture (è il sindaco PD che sta tentando di rovinare Salerno, con ampissimo consenso popolare).
Non è che Letta, o sarebbe …