Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2011

VOLEVO ESSERE UN SUPEREROE

Immagine
Quando ero ragazzino mia madre mi fece ai ferri un maglione aderente rosso e nero, e io quando lo indossavo mi sentivo una specie di IronMan, pensavo di volare grazie a dei getti che uscivano dai palmi delle mani che potevo anche usare come arma puntandoli verso i nemici. Non ero granché, come supereroe, anche perché come si può facilmente dedurre non potevo insieme volare e sparare, ma insomma avrò avuto otto anni e a un bambino di quella età gli si può perdonare anche una tale ingenuità diciamo così progettuale.
I miei genitori litigavano da sempre, e avrebbero continuato a farlo fino a una separazione definitiva fin troppo tardiva: la mia infanzia finì brutalmente quando venni investito da mia zia del compito di vigilare sui miei genitori perché non si facessero male, avevo tredici anni ma ne dimostravo dieci, e da quel momento me ne sentivo cento. Smisi di essere un supereroe e divenni un poeta ermetico, pensavo alla morte continuamente, quasi come al sesso: credo sia normale per …

AFRICA E AFRICA

Immagine
Da Facebook per come è diventato, tradendo le promesse iniziali, ormai ci passo una o due volte al giorno per pochi minuti, giusto per vedere cosa c'è di nuovo, avendo (peraltro con fatica) impostato le sempre più complesse opzioni di privacy e visualizzazione in modo da non vedermi la home ingolfata di pensierini ovvi e ritriti affiancati da immagine già viste, o da inviti a eventi improbabili. Il frutto di questo lavoro è che posso ancora utilizzare faccialibro per pubblicizzare gli articoli postati su questo blog, riscoprire e far riscoprire vecchi video bellissimi e dimenticati, e ogni tanto ritrovare un vecchio amico o trovarne uno nuovo.
Tra i nuovi amici, appunto, a un certo punto non so come mi sono trovato la scrittrice Grazia Zucconelli, che sulla bacheca del gruppo di Controinformoperdiletto qualche giorno fa mi fa trovare un messaggio che diceva più o meno così:
a Natale regala un libro di Grazia Zucconelli e diventa amico di Chiara Castellani che a Kimbau, Congo, riesc…

220 VOLT...E GRAZIE

Immagine
Caduto Berlusconi, è tempo di ricominciare a occuparsi di cose serie.
Come sapranno i più curiosi, che non si limitano a leggere l'ultimo post seguendo l'aggiornamento su Facebook ma esplorano ogni tanto questo blog nelle sue varie pagine o nei tag, tra le varie iniziative che ho seguito negli ultimi anni c'è la raccolta di fondi per un'associazione, La svolta umanista, che si occupa del sostegno a distanza di alcuni bambini e della gestione in loco di una scuola per tanti altri in quel di Kolomà in Guinea Conakry.
La cosa nacque in seno a una scuola di salsa molto frequentata e attiva, i cui numerosi allievi, che come sempre in questi casi vanno e vengono attorno a un nucleo che resta, aderendo alla Fondazione Salsajazz chiedevano ai loro amici che i soldi raccolti per il loro compleanno non venissero sprecati in un qualsiasi regalo ma convogliati appunto in un fondo per gli scopi suddetti, di cui la conoscenza diretta delle persone che ci lavorano in Africa ci garant…

TROPPO TARDI?

Immagine
Se uno ci pensa, che sono passati diciott'anni da quando è cominciato l'incubo che forse sta per finire!... Dico forse perché sono già tante le volte che sembrava finito e poi non lo era, che un pizzico di scaramanzia adesso non ci sta affatto male, e questo è inoltre uno dei due motivi per cui stavolta non festeggia nessuno. L'altro, è che ci aspetta una tale fase di paduli volanti all'altezza giusta che non c'è proprio niente ma niente da festeggiare.
Il nuovo governo dovrà, infatti, attuare un "risanamento" che ha proporzioni enormi, dovute proprio al soggetto che in questi giorni viene indicato da più parti come il principale coraggioso regista dell'inizio della riscossa del Paese: Giorgio Napolitano. La storia non si fa con i se e con i ma, siamo d'accordo, ma se il Capo dello Stato quando Berlusconi circa un anno fa venne abbandonato dai finiani non gli avesse concesso fino al 14 dicembre per comprarsi letteralmente i voti che gli mancavano …

GOVERNO LADRO

Immagine
PIOVE. Quando piove niente tennis, porca miseria, mi tocca mettere il keyway e andare a correre, per smaltire il piatto di pasta che mi concedo a pranzo solo quando so di fare sport nel pomeriggio: quasi sempre, perché tutto si paga e alla mia età se vuoi avere una forma accettabile devi lavorarci su - si, un po' di fortuna (grattatina d'ordinanza) ci vuole anche, ma non basta.
PIOVE. La nuvola-PdL si assottiglia man mano che continua lo stillicidio degli ex-fedelissimi che abbandonano il Capo proprio come i sorci la nave che affonda. L'ombrello che gli apre Barnard, gettando la maschera, non gli basterà, per due famiglie di ragioni: (1) il consiglio che dà l'economista del Levy Institute a Berlusconi è pleonastico, essendo Silvio un anti-euro della prima ora ma non avendo fatto altro ai tempi dell'introduzione della moneta unica che approfittarne per organizzare un travaso enorme di ricchezza a favore del suo elettorato di riferimento, e (2) anche se egli fosse in …

LA POLITICA AL TEMPO DELLA PESTE

Immagine
Parafraso un famoso romanzo perché le vicende politiche di questi giorni me ne ricordano uno molto più famoso ancora. Infatti abbiamo:
un Renzo, anzi più di uno, che si fa scrivere il programma politico da un noto Azzeccacarbugli, dopo avergli portato i capponi che sono i potenziali elettori del PD che litigano tra loro se il cicciobello fiorentino sia un berluschino de noantri o la vera Giovane Speranza del centrosinistra mentre forse è solo la riedizione del cicciobello romano immortalato da Corrado Guzzanti (a Berluscò, ricordate degli amici, ahò...);un Don Abbondio Presidente, che siccome il coraggio uno se non lo ha non se lo può dare alza timidamente la voce solo adesso che si sente le spalle coperte dai suoi padroni europei ma sono anni che si distingue per inerzia, e il suo atto di codardia più grave data più o meno un anno in questi giorni, quando scalciò il sasso finiano fissando inopinatamente l'appuntamento per la fiducia a una data abbastanza in là da consentire all…