70

"Mi manca..."
Il titolo è a numero perchè a lettere l'ho usato per un altro post: quando superi la cinquantina è normale che i miti di quando eri giovane compaiono sulla stampa per il loro decesso o i loro compleanni a cifra tonda...
Poi tanti li lasci perdere, perchè già ci pensano abbondantemente gli altri e tu non puoi trasformare il tuo blog in una intermittenza tra necrologi e genetliaci. Ma Giggirriva, porco il mondo che ci ho sotto i piedi, va celebrato, e per un paio di buone ragioni:
  • è uno le cui scelte (sia quando non ha mai lasciato, sia quando ha lasciato) dicono che è rimasto "intero" per tutta la vita;
  • è uno dei simboli di un anno simbolo di un periodo simbolo della nostra storia.
Era, infatti, finito il ventennio in cui l'Imperatore aveva deciso che dovevamo abbandonare il modo di vita atavico (coi suoi pro e i suoi contro) e adottare il suo (vedi parentesi precedente), arricchendoci rapidamente per evitare che lasciassimo il suo partito per passare col Papa (Imperatore=USA, Papa=URSS: decifro la metafora solo nella speranza che tra i lettori ci sia qualche under-quaranta, che non la potrebbe capire). Ed era appena iniziata la lunga fase che finirà solo quando il nostro relativo privilegio sarà del tutto azzerato, se non rispetto al terzo e quarto mondo almeno rispetto al secondo: l'autunno caldo essendo stato l'ultimo ancora forte sussulto di una coscienza poi gradatamente estinta, a colpi di crisi economiche e politiche di austerità, attentati e strategia della tensione, accerchiamento mediatico a guida televisiva e putrefazione della politica.
A movimenti di questa portata, l'alternativa a una (sempre improbabile e comunque mai prevedibile negli esiti) rivoluzione è solo la resistenza individuale, prima interiore e solo di conseguenza esteriore. Di cui Giggirriva è stato un campione, e sarà sempre un simbolo. Auguri, Rombo Di Tuono: chissà se Gianni Brera nel darti questo soprannome pellerossa si è reso conto di anticipare o forse suggerire una metafora a De Andrè...

Nessun commento:

LA VITA COMINCIA...

Come fare quando vuoi mandare un pensiero pubblico a qualcuno che non ama i social , non è nemmeno su facebook , e forse nemmeno più segue ...