FACIOLICCHI C'A PASTA

Si, lo so, ci sono argomenti di cronaca che spingono, tipo questione Raggi... Ma vanno trattati con attenzione, e invece ora c'è da preparare la cena... Questo pezzo era in bozza da settimane, ora coincidenza vuole siano in cottura proprio adesso, e allora.... bon appirittu!
Fagiolini
Sbuccia i fagiolini e togli i fili, mettili a bollire in acqua e sale, insieme con le patate tagliate a tocchi.
In un tegame soffriggi uno spicchio d’aglio tagliato a metà fino alla doratura, poi aggiungi due pomodori pelati schiacciandoli con la forchetta, e falli consumare un po’.
Togli l’aglio, aggiungi acqua (meglio se quella di cottura dei fagiolini), un po’ di pepe nero, i fagiolini e le patate, e lascia bollire per ¼ d’ora fino ad evaporazione dell’acqua.
La pasta (corta) va cotta a parte.

Ingredienti:
  • fagiolini piatti (oppure cilindrici, o anche fagioli freschi, o misti piatti e freschi)
  • 2 patate medie
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 pomodori pelati
  • sale
  • pepe nero
  • olio extravergine d’oliva
Pi’ mundari i faciolicchi, si su ‘i chiddi tenniri, tunduli, picciriddhi, basta mi nci cacci a punta i sutta e i supra, ma su cchiu belli chiddi chiatti, chi nui ‘i chiamamu “llicchi”, e a iddhi ll’ha tagghiari c’u cuteddhu r’a parti ra punta e accussì ‘u filu ‘i latu si ndi veni sulu sulu, basta non mi su troppu rossi. Si ll’hai, menti puru i facioli frischi cocciusi, ma chiddhi a scorcia ci ll’ha cacciari tutta, a ttipu pisella. I cocciusi ‘i poi fari a’ stessa manera puru a suli, senza llicchi.
Comuncu, quandu ‘i mundasti, ll’ha lavari e m’i menti supra anzemi ‘e patati tagghiati a mmorsra, mi bugghiunu c’u sali.
Nta n’atra cassarola mbascia, suffrii n’agghiu tagghiatu an dui, quantu mi si senti ‘u sciauru: ndoratu, và.
Allura menti ddu pelati, scacciali c’a forchetta, e falli cunsumari un pocu, poi caccia l’agghiu, e mmenti na coppinata r’acqua ‘i chidda stessa r’i facioli, a iddhi ch’i patati, e na stampa ‘i spezzi, e falli bugghiri un quartu r’ura, quantu mi si cunsuma nu pocu.
A pparti, megghiu nt’all’acqua r’i facioli, e si non ti bbasta ggiuntala, fai i jiritali, e quandu su quasi fatti sculali e finiscili i fari mbrischiati nt’e facioli.

Nessun commento:

LA VERA CAUSA

No, senza ricorrere a studenti.it la formula non me la sarei mai ricordata... A scuola e all'università si studiano tante cose, ma ...