HIROSHIMA E ALTRI SCHELETRI NELL'ARMADIO

Ieri era l'anniversario del più grande massacro istantaneo della storia dell'umanità. A noialtri ci hanno sempre detto che è stato purtroppo necessario, sganciare la bomba su Hiroshima, e tre giorni dopo quella su Nagasaki, perchè sennò la guerra sarebbe continuata chissà quanto e con molti più morti. Ma non ci hanno detto la verità.
Ora, nel campo della controinformazione si trova spesso tutto e il contrario di tutto, ma sulla vera storia dei primi bombardamenti atomici ci sono davvero troppe incongruenze, e testimonianze anche da dentro l'establishment americano che perlomeno debbono farci scattare il campanello del dubbio, vera unica ancora di salvezza della nostra umanità.
Fate le vostre ricerche, magari partendo da questo pezzo di Mark Weber tradotto da Andrea Carancini. E non smettete mai di farvi domande, sulla storia di una Nazione che pretende di essere il faro dell'umanità, a partire dalla cronaca giù giù dietro fino alla sua nascita. I capitoli di una ricerca potrebbero chiamarsi così:

  1. i pellerossa: il primo genocidio dell'era moderna (leggi qui per questo punto e per il successivo)
  2. la schiavitù, le deportazioni dall'Africa, e la guerra di Secessione
  3. Pearl Harbour: davvero un'attacco inaspettato? (qui un'intervista a Gore Vidal)
  4. le bombe atomiche sul Giappone: qual'era il vero obiettivo? (la domanda potrebbe anche essere: quando e come è iniziata davvero la Guerra Fredda?)
  5. davvero la nascita di Israele è il risarcimento per la Shoah, o non è piuttosto una testa di ponte nel Medio Oriente?
  6. com'è iniziata la Guerra di Corea?
  7. il falso incidente nel Golfo del Tonchino come scusa per iniziare la guerra nel Vietnam, non sarà un paradigma?
  8. i Talebani, Saddam Hussein e Bin Laden, ovvero misteriosamente gli amici diventano nemici
  9. se davvero alcuni dirottatori sauditi col brevetto per gli ultraleggeri hanno dirottato dei jet di linea contro le torri gemelle, cosa cavolo c'entra l'Afghanistan? (qui un link a Megachip e al film Zero, che con buona pace di Attivissimo, pur essendo scarsino cinematograficamente, centra l'obiettivo di sollevare dubbi avendo subito dichiarato di non avere i mezzi per dare tutte le risposte)
  10. dal momento che le armi chimiche in Iraq proprio non c'erano, quand'è che si chiede scusa agli iracheni, si pagano i danni e si va via?
L'elenco è frettoloso e incompleto, ma è compito di ciascuno di noi integrarlo con nuove domande, anche se spesso le risposte non sono facili da trovare.
Nel frattempo, per celebrare degnamente questo triste anniversario, andiamoci a rivedere il capolavoro di Kubrick magistralmente interpretato da un gigantesco Peter Sellers, Il dottor Stranamore ovvero come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba. Se vi manca, è tappare una falla, se no è sempre istruttivo rivederlo. Ecco da Youtube la scena finale...

Nessun commento:

È IL CAPITALISMO, STUPÌDO!

Visto al cinema il biopic su Stanlio e Ollio , divertente e commovente al tempo stesso, grazie anche alla scelta di inquadrare un piccolo ...